International Conference | Implementing and going beyond the Palermo Protocol 29-30 giugno

Tratta Eventi News

venerdì 22 Maggio 2020

Quest’anno ricorre il 20° anniversario del Protocollo delle Nazioni Unite per prevenire, contrastare e punire la tratta di persone, in particolare donne e bambini (Protocollo di Palermo)Il protocollo è stato il primo accordo internazionale sulla tratta di persone, che ha segnato un cambiamento fondamentale nell’approccio internazionale allo sfruttamento delle persone a scopo di lucro. Il protocollo è stato anche il primo trattato internazionale a fornire un’ampia definizione di tratta, a riconoscere molteplici aspetti della tratta e a promuovere il pieno rispetto dei diritti umani delle vittime. Nonostante l’adozione del Protocollo, la tratta di esseri umani rimane una diffusa violazione dei diritti umani, di dimensioni enormi, che coinvolge almeno più di 20 milioni di persone in tutto il mondo, di cui solo qualche centinaia sono riconosciute come vittime e supportate nel loro processo di inclusione sociale. La persistenza di queste violazioni rivela l’esistenza di carenze e incoerenze nel quadro giuridico internazionale e chiarisce che è necessario compiere ulteriori sforzi per attuare il protocollo di Palermo e altri strumenti internazionali pertinenti secondo un approccio alla lotta alla tratta basato sui diritti umani.

Come ultimo evento prima della fine del mandato di sei anni e in occasione del 20° anniversario del Protocollo di Palermo, lo Special Rapporteur delle Nazioni Unite sulla tratta, Maria Grazia Giammarinaro, in collaborazione con On the Road Società Cooperativa Sociale e il Comune di Palermovorrebbe convocare un webinar, il 29 – 30 giugno 2020, per promuovere un dibattito aperto e sincero sull’implementazione del Protocollo di Palermo, riunendo esperti della società civile e del mondo accademico.

Il webinar tratterà questi argomenti:

Come andare oltre il Protocollo di Palermo, allo scopo di promuovere i diritti umani, prevenire la tratta e proteggere le persone vulnerabili dallo sfruttamento, ivi compresi le/i migranti, resi ancor più vulnerabili dalle politiche migratorie restrittive adottate dalla maggior parte dei governi in tutto il mondo?

Come fare emergere che le persone trafficate e sfruttate, e soprattutto le donne e le ragazze che ne costituiscono la grande maggioranza, sono allo stesso tempo vulnerabili e capaci di decidere il loro destino? Come adottare politiche non paternalistiche e rispettose della loro autonomia?

È possibile ri-orientare l’applicazione del Protocollo e della legislazione nazionale in direzione più coerente con i diritti umani delle persone trafficate e sfruttate?

A 20 anni dall’adozione del Protocollo di Palermo delle Nazioni Unite contro la tratta, qual è il bilancio della sua applicazione? Si dice che è basso il numero dei procedimenti penali. Ma ancora più esigui sono i risultati, se guardiamo ai diritti delle persone trafficate e sfruttate.

Quali sono le nuove strade aperte dalle buone pratiche, soprattutto delle associazioni non governative, dalla giurisprudenza delle Corti, e dagli strumenti regionali come la Convenzione del Consiglio d’Europa?

È necessario pensare a un nuovo strumento internazionale globale sui diritti delle persone sfruttate e trafficate?

La scelta di Palermo, dove il seminario si sarebbe tenuto se non fosse intervenuta l’emergenza sanitaria, non è dovuta solo al fatto che a Palermo il Protocollo è stato adottato 20 anni fa, ma anche e soprattutto al fatto che la città e la sua amministrazione sono divenute simbolo di accoglienza e di valorizzazione delle diversità connesse con le migrazioni.

Il Webinar sarà aperto da un saluto del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dal Presidente della Cooperativa On the Road Vincenzo Castelli e dal professor Vincenzo Militello dell’Università di Palermo.

 

Il webinar sarà in lingua inglese.
L’iscrizione è libera con posti limitati.

ISCRIZIONI CHIUSE

Per maggiori informazioni
[email protected]
+39.0861.796666
https://bit.ly/2yt5dvC

Articoli correlati: